Blog escortland - Le escort nelle città antiche di Venezia e Roma
Bakeca incontri Escort, Girls, Massaggiatrici e Trans - Escortland.club

Questo sito contiene immagini e contenuti rivolti ad un pubblico adulto ed è accessibile solo a persone che abbiano raggiunto la maggiore età prevista dalla legge dal Paese dal quale si accede al sito.

Escortland non crea né produce alcun contenuto pubblicitario presente nel sito e gli inserzionisti devono rispettare i nostri standard di età e contenuti nei propri annunci pubblicitari. Escortland inoltre non intrattiene alcun rapporto diretto con gli inserzionisti ma si limita a fornire l’infrastruttura tecnologia così com’è.

Escortland, offre la possibilità di inserire annunci per escort roma / annunci incontri escort / ragazze escort / annunci girls / girls incontri / bakeca massaggi / top class escort / top model escort / incontri per adulti / escort italiane / annunci escort / top class escort / bakeka escort / bakeca incontri escort / servizio escort / relazioni escort / escort alto livello / escort forum / escort milano / escort firenze / escort bologna / escort napoli / escort palermo / escort torino / escort venezia / escort girls. Escortland ha una politica di tolleranza zero nei confronti della pornografia infantile, della pedofilia e nei confronti dei minori che tentassero di pubblicizzarsi attraverso il nostro sito. Qualsiasi attività riguardante tali reati verrà denunciata alle autorità competenti. Accedendo a questo sito Web, dichiari di essere maggiorenne e di accettare le Condizioni d’uso e di esonerare Escortland da qualsiasi responsabilità derivante dall’uso del sito.

Entra! Termini e Condizioni di utilizzo
Privacy Policy
Attendere...

blog: Le escort nelle città antiche di Venezia e Roma

gli approfondimenti escorland!
Blog escort, girls, massaggiatrici e trans

Sembrerebbe – secondo la tradizione – che la bellissima donna dipinta nell’opera "Venus of Urbino" di Titian Vecellio nel 1538, sia proprio una cortigiana di Venezia. Venezia è una meravigliosa città Italiana – unica al mondo - famosa per tante cose tra cui le sue "strade" di acqua e le sue gondole, ma nei secoli passati, era famosa per le sue cortigiane o escort tant’è che era considerata la città più libertina al mondo: nel XVI secolo le professioniste erano circa il 10 per cento della popolazione veneziana. La professione delle cortigiane era tollerata dalla Serenissima e persino incoraggiata per fronteggiare l’omosessualità; le attività, considerato l’enorme afflusso di uomini d’affari e turisti, erano meticolosamente regolate e le lavoratrici di livello inferiore erano obbligate a vivere in un sobborgo di Rialto chiamato “Castelletto”. Le escort più ricche che erano al top della gerarchia, conosciute per la loro bellezza ed intelletto, non vivevano nel sobborgo ma in altre zone della città: spesso possedevano interi palazzi e godevano di uno stile di vita molto lussuoso.

A Venezia le professioniste si potevano dividere in due classi: le Cortigiane Oneste e le Cortigiane di Lume che vivevano nel Castelletto. Le Cortigiane Oneste erano donne molto belle ed intelligenti che avevano una vita piena di sfarzi, agi e lussi sostenuta da uno o più uomini molto ricchi: le donne appartenenti a questa categoria provenivano da famiglie della media borghesia come potevano essere i "patrizi" o i mercanti. Generalmente molto colte, conoscevano bene l’arte e la letteratura ed erano note in società per essere capaci di sostenere qualunque conversazione intellettuale, avendo un livello di cultura e conoscenza generale superiore alla media di quel tempo: potevano godere di una vita piena di feste nei loro saloni e avere accesso ai circoli più influenti frequentati da poeti, politici, artisti, nobili e mercanti. In questi circoli le cortigiane avevano il potere di influenzare i loro clienti d’elite. Rispettate per la loro elevata cultura e vasta conoscenza di vari argomenti, i politici e la struttura sociale della città non erano certo immuni alla loro influenza: nonostante non avessero diritto al voto le loro opinioni erano tenute in grande considerazione, molto di più di quelle delle mogli degli uomini di potere. Infatti a quel tempo molte donne sposate non possedevano quella cultura ed educazione che le più raffinate escort avevano.

Nell’antica Roma tale professione poteva essere considerata allo stesso modo che a Venezia ed entrambe le città erano viste come "progressiste": l’attività era legale e il sesso era visto come un bisogno qualunque così che gli uomini Romani dell’alta società potevano frequentare le prostitute senza problemi o disapprovazione a patto di avere una frequenza moderata. Anche a Roma c’erano donne simili come a Venezia e le due città erano comparabili: da un lato le cortigiane affascinanti ed educate che erano spesso richieste come ospiti gradite nei party dell’alta società, e dall’altro lato le prostitute di profilo più basso che lavoravano nelle taverne, bordelli o in stanze ed erano disponibili per ogni uomo. La differenza tra le due categorie poteva essere notata anche dalla loro apparenza poiché le cortigiane avevano vestiti di lusso di seta mentre le prostitute spesso erano nude: questo stava a significare la "schiavitù" a cui erano sottoposte tali donne, private anche della proprietà del loro corpo e senza alcuna considerazione come "persone". La professione delle escort era regolata e la ragione era quella di poter riscuotere le tasse: le lavoratrici dovevano registrarsi, dare il loro vero nome e lo pseudonimo con cui intendevano lavorare (una volta definito era poi impossibile cambiarlo e restava per tutto il tempo), l’età e il luogo di nascita. Le donne registrate erano chiamate "meretrici" mentre quelle non registrate "prostitute": le meretrici erano professioniste di medio livello mentre le altre erano di livello più basso. Riguardo ai bordelli, la prova della loro esistenza si può trarre dalla letteratura e dalle fonti archeologiche che dimostrano quanto fossero numerosi e di diversi tipi. I grandi bordelli erano noti come "lupanar" un termine che deriva da "lupa" il quale significa "prostituta": generalmente erano luoghi molto sporchi con un tipico odore di chiuso dove si poteva trovare intrattenimento ma anche da mangiare. Oltre ai tipici bordelli c’erano anche altri luoghi dove le prostitute potevano lavorare come le taverne, le locande, le camere in affitto, le botteghe e i retri dei fornai; inoltre potevano stazionare all’esterno dei teatri per rendersi disponibili agli uomini dopo lo spettacolo.

Lascia un commento:

×

( Inserire un messaggio con massimo 300 caratteri )

27 Annunci escort top class in 356 città / 86 Immagini / 0 Video

I migliori annunci incontri italiani: le top Escort, girls e massaggiatrici le trovi solo sulla bakeca incontri Escortland.club!
Adesso puoi contattarle, prenotarle, commentarle e recensirle!
E non dimenticare: puoi scoprire i loro contenuti privati!

ESCORT BLOG: Le escort nelle città antiche di Venezia e Roma

Online blog: Le escort nelle città antiche di Venezia e Roma

forum bakeca incontri / forum escorts / incontri bakeca venezia / blog escort / blog ragazze escort / blog annunci girls / girls forum / bakeca incontri donne firenze / bakeca escort firenze / palermo bakeka incontri / relazione roma escort / incontri roma su bakeca / girls incontri firenze / palermo bakeca donna cerca uomo / trans firenze bakeca / ragazze escort firenze / bologna bakeka incontri / escort bakeca bologna / palermo incontrii / escort backeca

× Messaggio di benvenuto
Annunci Escort Caserta