Attendere...

blog: Phryne: la escort più famosa dell'antica Grecia

gli approfondimenti escorland!
Blog escort, girls, massaggiatrici e trans

Phryne era un’antica e celebre cortigiana nata in Boeotia (Grecia) figlia di Epicles da Thespiae: la data esatta di nascita e morte è sconosciuta ma molti storici ipotizzano sia nata all’incirca nel 371 a.c., lo stesso anno in cui Thebes rase al suolo Thespiae, e quindi è possibile abbia visto e vissuto la ricostruzione di Thebes nel 315/316 a.c.


Il suo nome vero era Mnesarete ma era conosciuta come Phryne – che era uno pseudonimo usato spesso dalle escort – per il colorito giallastro della sua pelle.


Era la tipica Hetaira e nonostante fosse nata in Boeotia, visse per la maggior parte della sua vita ad Atene: era dotata di una straordinaria bellezza e fascino tali da diventare modella per diversi pittori ed artisti di quel tempo che rappresentarono la sua immagine in quadri e sculture. E’ molto famosa la statua di Praxitele – che era anche suo cliente – la quale fu acquistata dalla cittadina di Cnidus (anche se in origine fu ordinata dalla città di Cos); la statua diventò talmente popolare da attirare molti turisti e grazie a questo notevole afflusso di gente, la città riuscì ad incassare abbastanza denaro per pagare i suoi debiti.


Phryne usava indossare una tunica lunga che copriva il suo corpo completamente e non avendo l’abitudine di fare bagni in pubblico, era molto difficile vederla nuda. Ma secondo Athenaeus, durante la solenne riunione del festival di Eleusinia e la festività di Poseidonia, si tolse i suoi vestiti ed entrò nuda nel mare: la bellezza e la perfezione del suo corpo ispirò l’artista Apelles che creò in suo onore il dipinto di Aphrodite Anadyomene.


Phryne era una donna bellissima ed incredibilmente ricca: secondo Athenaeus sembrerebbe che fosse la donna più ricca di quel periodo e che la sua immensa fortuna fu accumulata grazie alla sua professione. Non era solamente ricca ma era anche una persona generosa tant’è che offrì del denaro per la ricostruzione della città di Thebes, la quale fu distrutta da Alexander nel 366 a.c., chiedendo in cambio l’apposizione di una scritta sui muri della città contenente la frase “Distrutta da Alexander, ricostruita da Phryne la cortigiana”. Con un simile contenuto voleva dimostrare che una escort – e quindi non una donna qualunque – grazie al suo lavoro poteva fare qualcosa di importante per la società al pari di qualsiasi altro imprenditore: la sua offerta non fu accettata dai patriarchi e la città rimase in rovina per parecchio tempo.


Ma come era lo stile di vita al tempo in cui visse? In Grecia durante il IV secolo a.c. le donne non vivevano in buone condizioni e il loro stile di vita era molto povero. Generalmente non avevano l’opportunità di studiare e di accedere alla vita pubblica, quindi vivevano chiuse in casa e isolate nelle loro stanze: potevano uscire solamente durante gli eventi religiosi e anche in tali occasioni erano costantemente sotto la sorveglianza degli uomini della famiglia così che non potevano stare sole. Persino fare shopping non era permesso alle mogli e alle figlie essendo un compito riservato agli schiavi. Pertanto erano condannate a vivere sequestrate: sotto un tale regime così severo e restrittivo in cui le donne non avevano diritti, libertà e dignità, era certamente piuttosto normale che molte di esse si ribellavano e sceglievano di diventare escort per essere più libere ed indipendenti.


Solon, un politico Ateniese di quel tempo (638-558 a.c.), di fronte ad un tale incremento della prostituzione cerco di gestirla con l’approvazione di leggi speciali: con tali normative era possibile avere dei bordelli di Stato pieni principalmente di donne schiave (molte delle quali erano straniere provenienti dall’Asia) catturate durante le guerre o acquistate sul mercato. Solon fissò dei prezzi molto bassi che resero la vita delle prostitute nei bordelli molto povera: vivevano in condizioni estreme, confinate in celle e costrette ad incontrare tanti uomini di basso ceto ogni giorno e senza guadagni.


I bordelli pubblici o di Stato erano posti in cui le donne lavoravano in condizioni davvero orribilanti tant’è che molte escort sceglievano di lavorare in strada: e considerate tali condizioni era normale che gli uomini di ceto medio più ricchi preferivano incontrare le lavoratrici di strada anziché frequentare i bordelli.


Le lavoratrici di strada divennero concorrenti dei bordelli pubblici e per risolvere questa “concorrenza” in cui questi ultimi erano sfavoriti, Solon approvò una legge per rendere illegale il lavoro in strada: le donne erano costrette ad offrire denaro e favori sessuali alla polizia per non essere arrestate.


Dopo il declino di questa persecuzione, iniziarono a migliorare le condizioni della donna all’interno della società e questo rese possibile la nascita della figura delle “cortigiane”: colte, educate ed indipendenti erano completamente libere, potevano uscire in pubblico, persino andare a teatro o ad altri eventi. Potevano anche avere delle proprietà come interi palazzi.


Considerate come il simbolo della libertà, appartenevano solo a sé stesse così che potevano rifiutare gli appuntamenti e scegliere di incontrare solo uomini di alto livello come nobili, poeti, mercanti: erano le vere escort di alta classe di quel tempo.


Phryne diventò una leggenda e, attraverso i secoli, ha continuato ad essere una figura femminile ispiratrice di vari pittori, poeti e scrittori come Baudelaire e Saint-Saens che scrissero poemi e novelle attorno al suo mito.


Ma ciò che ha reso Phryne così famosa ed immortale nei libri di storia antica è stato l’evento più noto della sua vita, ossia il processo a cui è stata sottoposta all’incirca nell’anno 350 a.c.: ma cosa fece questa cortigiana per essere messa sotto giudizio? Secondo Athenaeus fu messa sotto processo per un’accusa “capitale” senza però specificarne il tipo; mentre secondo altre fonti storiche come Pseudo-Plutarch sembrerebbe che durante le feste religiose di Eleusinian, Phryne si tolse i vestiti e entrò nuda nel mare per i bagni rituali: questa azione, compiuta in piena vista di fronte alla società Ateniese, fu considerata un’offesa – chiamata irriverenza - per la quale la punizione prevista era la morte.


Il suo avvocato fu Hypereides, un oratore Greco che era anche suo cliente: difese Phryne usando tutte le sue abilità ma nonostante ciò sfortunatamente il caso sembrava perso.


Gli storici non sono tutti concordi essendoci diverse opinioni su cosa in realtà successe in aula quel giorno: secondo Diodorus Periegetes il testo del processo fu scritto da Anaximenes di Lampsacus e secondo  Athenaeus sembrerebbe che nel momento in cui il verdetto appariva essere sfavorevole e completamente contro di lei, Hypereides spinse Phryne al centro della corte e tolse i suoi vestiti al fine di mostrare i suoi bellissimi seni ed il suo corpo ai giudici. Il motivo di tale gesto era dimostrare che imprigionare o uccidere un corpo così bello, perfetto e scolpito poteva essere considerato blasfemo agli occhi degli Dei. Di fronte a tale dichiarazione i giudici non furono capaci di condannare questa bellissima escort.


In Ephesia è possibile leggere un’altra versione: egli scrive che Phryne in lacrime prese le mani di ogni giudice chiedendo ed implorando di non condannarla, restando completamente vestita. Alcune fonti storiche sostengono sia questa la versione autentica e reale della storia, considerando che probabilmente Idomeneus inventò l’altra versione con l’intento di mettere in ridicolo i giudici ateniesi.


Indipendentemente dalle differenti versioni del processo, la cosa fondamentale è che ciò che sembrava inizialmente una situazione sfavorevole, diventò poi un trionfo per Phryne. Alla fine ne uscì vittoriosa e questo le consentì di continuare la sua vita privata e professionale come escort ed inoltre divenne così famosa da inspirare diversi artisti che le dedicarono i loro capolavori.

Lascia un commento:

×

( Inserire un messaggio con massimo 300 caratteri )

27 Annunci escort top class in 356 città / 86 Immagini / 0 Video

I migliori annunci incontri italiani: le top Escort, girls e massaggiatrici le trovi solo sulla bakeca incontri Escortland.club!
Adesso puoi contattarle, prenotarle, commentarle e recensirle!
E non dimenticare: puoi scoprire i loro contenuti privati!

ESCORT BLOG: Phryne: la escort più famosa dell'antica Grecia

Online blog: Phryne: la escort più famosa dell'antica Grecia

forum bakeca incontri / forum escorts / incontri bakeca venezia / blog escort / blog ragazze escort / blog annunci girls / girls forum / bakeca incontri donne firenze / bakeca escort firenze / palermo bakeka incontri / relazione roma escort / incontri roma su bakeca / girls incontri firenze / palermo bakeca donna cerca uomo / trans firenze bakeca / ragazze escort firenze / bologna bakeka incontri / escort bakeca bologna / palermo incontrii / escort backeca

× Messaggio di benvenuto
Annunci Escort Caserta